venerdì 2 marzo 2007

Venezia #1



Venezia. All’inizio un luogo solo pensato e mai visto, che però mi suscitava pensieri di un posto per turisti danarosi. Poi attraverso le pagine di Corto Maltese città piena di mistero e di storie bellissime. Infine la conoscenza diretta, fatta molto attraverso la guida “Corto Sconto” di Vianello e Fuga, collaboratori di quel Hugo Pratt proprio autore di Corto Maltese.
Ed è stata una scoperta bellissima, fatta di luoghi affollatissimi e da evitare, da vedere almeno una volta perché “si deve”. E di calli, campielli, canali deserti e silenziosi, e di corti nascoste come quella cui HP si è ispirato per “Corte sconta …”, che te la devi andare a cercare. E quando ci sei dentro da solo, nel silenzio delle finestre che ti guardano, ti senti veramente in un mondo a parte, forse irreale. Ti senti in un’altra storia. E poi di seguito tante altre volte, ed altri carnevali, con i misteri, le maschere, la confusione e lo scoprire ancora ogni volta un’angolo nuovo dove perdersi.



Il Ponte davanti la chiesa di San Nicolò dei Mendicoli

Penna a china, Gessetti, Matita

2002 Carnevale

5 commenti:

Merisi's Vienna For Beginners ha detto...

Che devo dire: bellissimo.
Ho cercato tra le mie fotografie, ma mi sa' che M. non e' arrivata a San Nicolò, ma vicino (ho due o tre foto di chiese che finora non sono riusciata ad identificare - colpa del fatto che io ho girato Dorsoduro seguendo i vicoli come ci si sono presentati, senza guida in mano). Almeno una ragione in piu' di tornarci al piu' presto, magari con la guida che stai raccomandando. Il mio primo soggiorna a Venezia e' capitato tutto dal blue, la prossima volta saro' meglio preparata, spero. ;-)

Luc ha detto...

S. Nicolò è quasi un modo a parte. Si trova lontano dai percorsi turistici, isolato e lontano. E solitario. E la chiesa al suo interno ha una atmosfera irreale. Da assaporare con lentezza.

Merisi's Vienna For Beginners ha detto...

Ci devo tornare al piu' presto. ;-)

Anonimo ha detto...

Sono tornato ieri da un viaggio Venezia. La famosa "Corte Sconta detta Arcana" era chiusa da una cancellata di metallo :/ Proprio dove nella guida si diceva quanto Pratt odiasse questa terribile abitudine. Alla fine ho citofonato finche' un condomino non mi ha aperto e ho potuto visitarla.

Luc ha detto...

@Anonimo> Immaginavo che prima o poi ci saremmo arrivati. Una brutta notizia davvero. Vorrà dire che la prossima volta cercherò di suonare a tutti i possibili campanelli sperando che un'anima pia apra. Anche se tanto piè quelle anime mi sa che non sono.