lunedì 15 gennaio 2007

5 (non è il numero perfetto)


Arghhhhhhhh! Ebbene sì! Sono stato incastrato! Il buon Simone (in arte Tre -), mi ha incluso nella lista del giochino della catena di Sant’Antonio "blogghistica" , mascherata con argomentazioni argomentazioni tra il culturale ed il voyeristico. Ma siccome, se non ti presti, la “macumba” lanciata farà il suo effetto, obtorto collo, mi tocca darmi da fare. Si tratta di un gioco, che si articola in tre fasi:
  • essere coinvolti da qualcuno (nel mio caso questo è, vedi sopra);
  • dire 5 cose di sè che non tutti sanno (ahiahiaiiiii);
  • coinvolgere altri 5 bloggers (forse meno, così grazio qualche poveretto), da qui la questione “catena …”
Quindi ecco qui … e caro Simone, rimarrai deluso, niente “chissà quali rivelazioni” …
  1. Nonostante ai più che mi conoscono, non sembri, sono un pigro. Faccio le cose quando non ne posso proprio fare a meno. In particolare tutte le cose burocratiche. La cosa buffa è che mi mimetizzo, ed a volte pretendo anche che gli altri (i figli soprattutto) siano, come dire, proattivi. Inoltre come sono “strutturato” sul lavoro e pieno di metodo, così al contrario sono abbastanza disordinato nella vita non lavorativa. Sarà una reazione ?
  2. Ho un metodo di lettura dei fumetti abbastanza particolare. Prima passata, leggo tutta la storia di un fiato. Quasi non guardo le immagini. Lo leggo cioè come un racconto. Seconda passata, mi godo il racconto ad immagini. Il fatto di aver già letto il testo e conoscere quindi il racconto mi permette di concentrarmi sulle immagini e le questioni visive e tecniche. Se questo non capita in genere è perché la storia non mi prende.
  3. Sono tendenzialmente uno calmo, tranquillo. Tranne quando guido. Anni di pendolarismo automobilistico e di traffico romano, hanno provocato in me una intolleranza all’altrui guida incredibilmente alta. Gli altri sono sempre troppo lenti, o troppo rincoglioniti, o … non vado oltre con gli epiteti altrimenti si andrebbe nel turpiloquio più spinto!
  4. Da ragazzino, ho rubato una macchinina alla "Standa". Mi ricordo ancora che era una Ferrari della Politoys. Mi piaceva tanto ed ero fissato con le automobiline, ma non avevo i soldi per comperarla. Ed allora me ne sono appropriato, rischiando un liscio e busso mostruoso, se fossi stato beccato dalla sicurezza. Non oso ancor oggi immaginare quello che avrebbero detto (e sopratutto fatto) i miei. Invece ancor prima insieme ad altri amici (praticamente una banda), rubavamo la frutta dagli alberi, ma questo ai miei occhi mi sembrava assolutamente normale e non grave. Era frutta ...
  5. Ultimamente mi accorgo spesso di avere un moto interno, che cerco di controllare perché non è “politicamente corretto”, di razzismo culturale. Nel senso che l’ignoranza, l’essere omologati in tutto e per tutto, mi disturba molto. E metto subito la croce sopra al malcapitato di turno ... Dipende sicuramente dall’età che avanza e dal fatto che è difficile stare al passo e leggere i nuovi fenomeni con animo aperto e fiducioso. Però provo per questo un senso di colpa, e cerco di nasconderlo.

Ed ora le nomine per i miei 5 blogger, che girano da queste parti, e che naturalmente saranno felicissimi di partecipare al gioco, e mi ameranno per questo.

15 commenti:

Bruno ha detto...

Dannazione! Sono già stato nominato da Emo una settimana fa!!!
E non ho ancora postato le mie cinque cose.
:-)))

Anonimo ha detto...

Grazie al cielo che vado in giro come anonima. :-))))
Cordialmente,
M.

miss piperita ha detto...

Eh eh, hai ragione a non sopportare l'omologazione!

Luc ha detto...

@bruno> dai pigrone, datti da fare ...
@anonimo> ti sei salvata, per ora, cara la mia anoniMa.
@miss> intanto bentornata !! vedo che gli impegni scolastici ti riempiono tutto il tempo. PS : vedo che infatti te usi Linux ...

bombo! ha detto...

io per delle ciliege ho rischiato la fucilazione...

miss piperita ha detto...

Pensando al "razzismo culturale", mi è venuta in mente questa frase tratta da una canzone del grande Franco Battiato:

"Per fortuna il mio razzismo non mi fa guardare
quei programmi demenziali con tribune elettorali
e avete voglia di mettervi profumi e deodoranti
siete come sabbie mobili tirate giù uh uh."

Bruno ha detto...

Caro Luc, infine ho risposto alla chiamata!
Potrai scoprire i miei cinque altarini
QUI

Niccolò ha detto...

Sull' episodio della ferrari e della frutta mi piacerebbe farci un fumetto ma non per mostrarlo a qualche editore, solo per il gusto di regalartelo!

Luc ha detto...

niccolò > ciao nik. ti mando delle cose in pvt che sono attinenti alla frutta. poi decidi te. ti chiamo a giorni. devo trovare un po di tempo per scansire in alta definizione tutto quello che devo inviarti.

tre - | ...| ha detto...

ma questa della frutta e' una ricorrente dei giovani ragazzi! pure io faccio parte della nutrita schiera dei minacciati di morte per il furto della frutta da albero.

e per la ferrari, luc, certo che quando decidi di rubare, lo fai con gusto!!

3re - | ...|

iodisegno ha detto...

Esco ora da un vortice di lavoro "matto e disperatissimo" e vedo questo morbo delle "5 cose" che sta impazzando sui blog. Non so perché, ma vengo subito sul tuo blog praticamente sicuro che nella tua lista ci sia il mio nome.
Non amo particolarmente queste "catene", ma avermi coinvolto salta ai miei occhi come una grande dimostrazione di affetto, e quindi non potrò sottrarmi.

un abbraccio
A.

kiakkio ha detto...

Il bagnino che ha pettinato questa spiggia che problemi aveva?
:))

kiakkio ha detto...

Non so cosa sia successo, volevo commentare l'ultimo post del sassanelli e il mio commento è finito qua...
vabè, ne approfitto per un saluto :)

Luc ha detto...

@kiakkio> ? ... forse ti riferisci al post precedente?

Luc ha detto...

@kiakkio> Sei andato in contemporanea con me ... beh ora è tutto chiaro. Nessun problema, e ricambio di cuore i saluti ... sto meditando una scappatina a FI, se ci riesco. magari ci si incontra ... un abbraccio.