sabato 8 luglio 2006

Isole Ponziane - Ventotene

La prima volta fu a Pasqua di ormai vent'anni fà.
Andavamo in cerca di una casa per l'estate. E l'isola
subito ci catturò con i suoi colori ed il vento.
Girammo a lungo dappertutto, su su fin quasi alla punta
dell'Arco. Cielo blu e gabbiani urlanti. Ci rimase nel
cuore.
E poi la casa di Via Muraglione, con Eleonora piccola
che portavamo al mare presto la mattina. Mare piatto e
trasparente. E poi avanti, sempre, almeno qualche giorno
ogni anno. I bagni, le gite in barca fino a S.Stefano,
la circumnavigazione dell'isola in canoa. E i momenti
passati con gli amici in terrazza, nella casa dietro il
faro, a cena a sera. Oppure l'alba col sole che spunta
in fondo da dietro la costa campana. E sempre le ore
passate da solo a Villa Giulia, Punta Eolo, a disegnare
con nient'altro che il vento a parlarmi. Solitudine e
pensieri, mentre il colore spande il cuore sul foglio.

Villa Giulia a Punta Eolo



Vista sul Porto Romano dalla casa di Piazza Chiesa



Vicolo dietro al Pozzillo



Tetti dietro la Chiesa di S.Candida

3 commenti:

Selene ha detto...

Complimenti! Mi piace veramente un sacco come usi gli acquarelli e anche i paesaggetti hanno una sensibiltà incredibile!
Passa a trovarmi qualche volta...

Luc ha detto...

Grazie Selene.
Passerò a trovarti.

Luc ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.