martedì 17 aprile 2007

Chi lascia la via vecchia ....

Non sono un conservatore. Nel senso che avendo una formazione tecnologica da ingegnere, sono aperto alle novità. Almeno a quelle delle tecnologia. E anche a quelle che il mercato mette a disposizione. Però in questo caso spero ardentemente di non aver preso quella che a Roma si chiama "una sòla", cioè una fregatura.

Sull'onda del tentativo di interrompere il taglieggiamento di Telecom e per metter ordine alla situazione telefono/internet di casa decido, dopo tanto tempo speso in analisi varie, di passare a Infostrada/Libero. Ma sembra che il parto sia lungo e travagliato, per cui da circa 2 mesi son senza ADSL.

La speranza :
Faccio al mia brava richiesta sul sito di Infostrada, tutto bene, tutto fico, fra 20 gg avrà, etc ...

La realtà:
0. Il 10/02 faccio richiesta sul sito sito di Infostrada per avere Libero ZeroAffari passando da un operatore ADSL locale a Libero e la telefonia da TLC Ita a Infostrada. Faccio disdetta dell'ADSL al provider locale che mi conferma che come da contratto, questo terminerà il giorno 16/03, e quindi libererà la linea per Libero.
1. il 23 di Febbraio ricevo una mail (confermata da due lettere una di Infostrada, l'altra di Telecom) in cui mi si dice che son passato sulla rete di fonia Infostrada. Contemporaneamente (guarda caso lo stesso giorno), l'ADSL smette di funzionare. Il vecchio provider mi dice che per loro la ADSL è ancora attiva, TLC non sa nulla ed Infostrada nemmeno.
2. La questione va avanti fino a quando dopo innumerevoli telefonate al 155 di Infostrada, scopro che TLC continua a rifiutare la cessione della linea a Libero. Tutto ciò va avanti ancora per una decina di giorni, finchè la Wind mi suggerisce di effettuare alcuni controlli tramite un numero verde da cui mi assicurano che la linea è libera, e quindi disponibile.
3. Da quel momento (ormai 20 gg fa) ho chiamato Infostrada almeno 5 volte ed ogni volta mi dicono che stanno provvedendo, che l'ordine è in lavorazione, che il problema è TLC che fa ostruzione, che ... che ... che ...
4. Ad oggi (ultima telefonata) ancora risulta in lavorazione e nulla sanno dei tempi previsti. Il poveretto al call center si è beccato l'ultimo mio "cazziatone", rafforzato dal fatto che 10 gg fa ho scritto al Servizio Clienti, ma ancora non ho avuto neanche una ricevuta di ricezione mail !!! Era inebetito, e non sapeva cosa rispondere. Forse è abituato a beccarsi le incazzature dei clienti !!! Naturalmente ho cominciato a dirgli che come azienda fanno abbastanza schifo, visto il modo in cui trattano i clienti. E che sarebbe opportuno che mi tenessero aggiornato, visto che hanno mail, telefono, cellulare ed altro ... che non dovrei esser io a chiamarli ogni 3-4 giorni ...

Insomma spero proprio di non dovermi pentire del passo effettuato, anche perchè comunque tornare indietro ora non è possibile, se non a fronte comunque del pagamento di un anno di canone. Ma la triste realtà è che da circa 2 mesi son senza linea ADSL, e colmo dei colmi, oggi mi hanno inviato una mail per avvisarmi che se volevo potevo passare (a pagamento) alla opzione Plus di ADSL con collegamento a 10Mb !!! ma si parlano fra loro in azienda !!! Maledetti infingardi, almeno fatemi funzionare quella normale di ADSL!!!

3 commenti:

Maurice ha detto...

Storie di ordinaria telefonia, tranquillo.
A questo punto io, cioè tu ingegnere, comincerei a mettere su un padellone, qualche circuito, qualche metro di cavo e proverei a farmi un'Adsl in proprio. Forse fai più presto tu che il gestore ad arrivare.
C'è l'opzione nr.2: un pellegrinaggio a Sant'Elettronico per chiedere la grazia.
Io, per esempio, dopo 15 giorni che era scomparso PowerStats mi sono semplicemente registrato a ShinyStat e sostituito la stringa.
Fuori uno dentro l'altro.

Merisi's Vienna For Beginners ha detto...

Ecco, ora li hai dati perfetta ragione per non agire altri tre anni: non vuoi neanche accettare l'aumento a 10 Mb! Ma insomma, che razzi di cliente sei? E si, che si si parlano fra loro in azienda, e' importante che sappiano chi sono i clienti che non capiscono chi sia il capo qui! Ti ricordi quella scena sull'isola Salina, con solo figli unici viziati, quando Nani Moretti vuol parlare con i genitori e il figliolo non li vuol cedare il telefono e Moretti sta li in ginocchio e lo supplica, "Ti prego, passami la mamma!" Eh beh, questa e' secondo me esattamente l'attitudine che quella grande compania Infostrada (o chi comunque e' al potere) si aspetta da te. Tanti auguri! ;-)
(A Vienna e' passato un mese solamente per avere il telefono, comunque.)

nasten'ka ha detto...

non demordere papà luc! tieni duro!

Bisogna vincere, e vinceremo! (cantava arbore...)