giovedì 8 luglio 2010

Sperlonga, una sera di luglio

Nella casa di U. e R. si sta in alto, sulla costa della collinetta. Verso ovest, dove il sole è ormai tramontato dietro le colline violacee, il cielo si è incendiato. E tutto intorno però si scurisce. Quel tratto della sera in cui i toni diversi di nero, verde, violetto pian piano si impastano e prendono il colore non uniforme del buio. Solo il lago, rimane come una striscia luminescente. A lungo, ben oltre il rosso che se ne va, quando è ormai notte. Quasi a voler restituire tutta la luce catturata durante il giorno.


Il Lago Lungo - Sperlonga
Acquerello e Matita su Moleskine Folio
5 Luglio 2010

3 commenti:

sukun ha detto...

e' divertente, perche' effettivamente, a sperlonga, lo sguardo e' spesso invece rivolto piu' verso il mare... ciao luc, riemergo con un po' di tempo dal limbo
sukun

Luc ha detto...

ciao caro. è vero quello che dici. ma a volte è bello dirigere lo sguardo verso altre direzioni. e sopratutto al tramonto verso lago lungo vale la pena.
come stai? sempre a nairobi? vedo che l'accesso è dal Sudafrica però ... ti sei andato a vedere i mondiali di calcio ;^) ?

clelia ha detto...

stupendo Luciano